Image licensed by Ingram Image

 

“Come Partito Democratico chiediamo alle forze di maggioranza e di opposizione di sostenere e approvare l’emendamento del PD al Decreto Rilancio, presentato dall’on. Davide Gariglio, per regolare la materia dell’autoproduzione nei porti“. Lo dichiara in una nota Matteo Bianchi, responsabile dipartimento Economia del Mare del PD.

Il testo proposto – prosegue – con le modifiche già pronte su canoni e garanzie, bilancia adeguatamente gli interessi all’efficienza dei porti con la necessità di tutelare la sicurezza e la specializzazione del lavoro.

Si tratta di un punto di equilibrio avanzato e che risponde ad un’esigenza chiara: i marittimi devono fare i marittimi, i portuali devono fare i portuali e gli armatori devono fare gli armatori.

In un’economia che richiede sempre più efficienza organizzativa e alte competenze, la specializzazione del lavoro garantisce sicurezza e qualità. Peraltro in coerenza con le normative comunitarie e internazionali.

La nostra proposta non vieta l’autoproduzione, ma al fine di evitare abusi, incidenti sul lavoro e per superare le differenti applicazioni da parte delle autorità portuali e marittime, fissa paletti chiari per tutti.

Auspichiamo che – conclude Bianchi – attorno a questa proposta ragionevole si possa creare un forte consenso tra le forze politiche che sostengono il Governo, per approvare l’emendamento Gariglio in commissione e renderlo norma vigente il prima possibile”.