“Un piano per far rinascere le case e i quartieri delle nostre città. Si chiama Rinascita urbana: il Governo stanzia 1 miliardo per migliorare la qualità dell’abitare, con la rigenerazione degli edifici, il sostegno alle famiglie in affitto, i cantieri nei piccoli Comuni”. Paola De Micheli, ministra delle Infrastrutture, annuncia con un tweet il piano presentato ieri in Consiglio dei Ministri e che approderà nella prossima manovra.

 

RINASCITA URBANA: COS’È

Un programma pluriennale per riqualificare e incrementare il patrimonio edilizio residenziale pubblico e sociale.

 

GLI OBIETTIVI

Assicurare ai cittadini alloggi migliori e in maggior numero

Riqualificare e rendere più accessibili e sicuri i nostri quartieri e le nostre città

Utilizzare e rigenerare gli spazi già costruiti

 

LE RISORSE

Stanziato un miliardo di euro. Previsto il cofinanziamento delle Regioni e la possibilità di fornire risorse private, da Cassa depositi e prestiti fino a fondi privati che si occupano di edilizia.

I fondi saranno cumulabili con misure come sisma bonus ed ecobonus, che sarà prorogato insieme alla cedolare secca.

 

SOSTEGNO ALLA LOCAZIONE

Una parte consistente del piano verrà destinata ad agevolare l’accesso all’affitto per le famiglie che si trovano in difficoltà finanziarie.

 

SERVIZI AI CITTADINI

Realizzazione di “servizi connessi all’abitare”: primo soccorso, spazi collettivi e relazionali, piccolo commercio

Manutenzione strordinaria

Adeguamento antisismico, sostenibilità energetica

Co-housing, residenze per studenti, spazi di socializzazione nei condomini

 

PICCOLI COMUNI

Sarà rifinanziato e migliorato l’accesso al “Fondo Piccoli Comuni”.  Verranno velocizzate le procedure di avvio degli interventi cantierabili.

 

ACCESSO AI FONDI

Attraverso bando pubblico del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ogni progetto potrà essere finanziata nella misura massima di 20mln di euro.

 

La scheda completa del MIT