Salerno - Reggio Calabria

“Un bel nome Autostrada del mediterraneo, l’automed che nasce qui stasera e ce lo ricorderemo. Resterà nella memoria non solo di questa terra, ma del Paese”. Lo ha detto il presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, all’inaugurazione dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. “Cito un grande attore: scusate il ritardo”, ha aggiunto Gentiloni ringraziando i cittadini per la pazienza dimostrata nell’attendere il completamento dell’opera.

 

“Matteo Renzi in questi due anni ha insistito, martellato perché si riuscisse ad arrivare a una giornata come quella di oggi. C’è stata qualche ironia, non me la prendo: è comprensibile. Ma l’Italia è un Paese affidabile e dimostra in questo caso di sapere mantenere gli impegni”, ha detto Gentiloni, aggiungendo: “Abbiamo mantenuto l’impegno preso davanti a tutti gli italiani, grazie alle maestranze”.

 

Il presidente del Consiglio ha poi annunciato che “domani il Consiglio dei ministri varerà un primo provvedimento che mette al centro misure per il Mezzogiorno. C’è la necessità di moltiplicare gli sforzi per il lavoro. E’ quello che stiamo facendo: da Alitalia, Almaviva, Ilva e in generale nello sforzo di completare percorsi di riforma avviati. Al centro il lavoro, in modo particolare nel Sud. Se c’è una priorità che vorrei dare al nostro impegno è la priorità lavoro nel Mezzogiorno”, ha aggiunto Gentiloni. “Non vi offriamo miracoli, vi chiediamo aiuto. Il punto è lavorare insieme facendo sistema perché la tantissime cose fatte in questi anni e le tante che dobbiamo fare facciano la differenza”.

Il completamento della Salerno-Reggio Calabria è “davvero un simbolo”, è “l’inizio di una stagione nuova per le opere nel nostro paese che non solo annunciate e promesse ma realizzate e utili allo sviluppo economico”. Così il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, all’inaugurazione. E’ “un punto straordinario di collegamento tra nord e sud”. Delrio ha garantito che “lo Stato vuole esserci sempre di più nel Mezzogiorno”, e ha sottolineato che questa è “una giornata di grandissima soddisfazione”.


“Qualche volta si potrebbe anche provare a mettere da parte risentimenti e un nichilismo congenito tipico di un certo modo di essere italiani e meridionali. Dovremmo invece apprezzare un risultato storico come il completamento della A3 Salerno- Reggio Calabria”. Lo dichiara Stefania Covello, deputato del Partito democratico e membro della segreteria nazionale Dem. “Quello che è stato per lustri il simbolo della inconcludenza, del malaffare e del non essere capaci di portare a termine le cose a danno del Mezzogiorno oggi viene finalmente ad essere archiviato. Abbiamo come PD fortemente sostenuto il percorso di accelerazione intrapreso dal governo Renzi e dal ministro Delrio con la consapevolezza che anche da questa infrastruttura e dal suo collegamento con il resto del Paese passa il rilancio del Sud. E una rinascita e un plauso va davvero ai lavoratori ricordando proprio in questa giornata anche chi ha perso la vita per realizzarla come Adrian Miholca l’operaio deceduto sul viadotto “Italia”. Così come non possiamo dimenticare Nicholas Green il bimbo statunitense che su questa autostrada fu assassinato”, aggiunge. “Ecco perche’ – conclude – non servono polemiche. Oggi anche con la presenza del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, del ministro Delrio e dei vertici Anas mostriamo che il Mezzogiorno ce la può fare e in questi mesi abbiamo messo in campo tante risorse e buone idee che sicuramente daranno risultati positivi ma possiamo e dobbiamo fare ancora molto di più”.