“La Tav è un simbolo nazionale, di in un grande Paese come l’Italia. Chiediamo che i bandi non si interrompano. Devono andare avanti.

Criminale perdere investimenti e posti di lavoro

Sarebbe criminale anche solo teorizzare di perdere centinaia di milioni di investimenti, e migliaia di posti di lavoro”.

 

Lo ha dichiarato il neosegretario del PD Nicola Zingaretti, a Torino dopo l’incontro con Sergio Chiamparino, presidente della Regione Piemonte.

 

L’immobilismo del governo è pagato da tutti gli italiani

“L’Italia sta pagando una maggioranza parlamentare che non è unita da una visione di futuro del Paese. Questa fase di immobilismo viene pagata dagli italiani. Si deve aprire una nuova stagione”.

 

La Tav è il simbolo nazionale delle divergenze nel Governo

“Il blocco della Tav lo paga tutto il Paese”, ha ribadito Zingaretti. “Per nascondere una divergenza politica ogni settimana se ne ascolta una e intanto il cantiere è fermo”.

 

L’Italia deve ripartire, abbiamo alle nostre spalle nove mesi di propaganda

“Questo Paese è di nuovo in ginocchio. L’Italia deve ripartire: abbiamo alle nostre spalle nove mesi di propaganda, di confronti, di selfie. La produzione industriale è crollata, il fatturato delle aziende è  fermo come lo sono i cantieri del Paese. La Tav è un simbolo di come non ci si deve comportare rispetto alle aspettative di futuro”.

 

Nuova proposta del centrosinistra sulle autonomie

Il neo segretario al termine dell’incontro ha annunciato a breve una nuova proposta centrosinistra sulle autonomie: “Oggi ho iniziato ad ascoltare i presidenti delle giunte regionali di centrosinistra. Il prossimo passo sarà mettere in campo una nuova proposta di tutto il centrosinistra sul tema delle autonomie”.