“In queste ore siamo impegnati per ricostruire le condizioni di un rilancio del governo, con un programma ben preciso: nell’immediato la campagna vaccinale e il buon uso dei fondi del Recovery”. Lo afferma il sottosegretario all’Editoria, Andrea Martella, in una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno.

“È una grande opportunità da non sprecare – aggiunge -. Gli obiettivi del Next generation Eu servono per costruire l’Italia del futuro: inclusione sociale, una svolta green, con la rivoluzione digitale che faciliti le nostre vite, diminuendo le disuguaglianze, e investendo su infrastrutture e scuola“.

E sul nodo della task force precisa: “C’è un confronto su progetti, risorse e governance: si svilupperà in parlamento e dovrà essere oggetto di un confronto anche con le forze economiche e sociali”.

Il Recovery come un piano Marshall per il Sud? “Il rilancio del Mezzogiorno è una priorità del governo come si evince anche dall’azione del ministro Provenzano e dall’ultima legge di Bilancio. Senza il rilancio del Sud, lo dico da uomo del Nord, non riparte il Paese”.

Poi il settore dell’editoria: “In questi 15 mesi di governo siamo intervenuti per sostenere il settore. Nei vari decreti per l’emergenza abbiamo previsto misure ad hoc per pubblicità, servizi digitali, e casse integrazioni. Ora, anche con le risorse del Recovery, puntiamo alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese editoriali. E con il recepimento delle norme Ue sul copyright determineremo un maggiore equilibrio tra gli over the top e il mondo dell’editoria, puntando sulla remunerazione dei contenuti editoriali e del lavoro giornalistico”.