Foto @Imagoeconomica

Sintesi dell’intervista di Raffaele Marmo sul Quotidiano Nazionale

 

“Il governo non rischia, vedo piuttosto la necessità, come maggioranza, di capire come riusciamo a dare la svolta sociale che serve al Paese, perché i prossimi mesi saranno duri, per l’economia per le famiglie, per le imprese. Lo stesso Draghi conferma che non vi sono rischi per il governo che noi sosteniamo convintamente”, inizia così Enrico Letta la sua intervista al Quotidiano Nazionale.

Il Segretario parla per la prima volta di un nuovo progetto, che sarà tema di discussione nel prossimo autunno: “Il Pd metterà in campo un progetto che si chiamerà ‘Italia 2028’ e su questo ci confronteremo per le alleanze in vista delle elezioni del 2023”.

Letta chiude: “Oggi il compito della maggioranza è quello di realizzare la svolta sociale che serve al Paese e di riuscire a garantire ai lavoratori e alle famiglie una sorta di quattordicesima entro fine anno e di arrivare al taglio strutturale del cuneo fiscale per l’anno prossimo”. “Io immagino un’operazione strutturale di taglio del cuneo che parta a gennaio prossimo, ma preceduta da un intervento che si sviluppi nella seconda metà dell’anno per far arrivare ai lavoratori in busta paga una sorta di quattordicesima, una mensilità in più. Una misura che sia finanziata con l’extragettito che c’è e con gli extraprofitti. Tutto questo accompagnato da un intervento per il lavoro povero, al quale sta lavorando il Ministro Orlando, in attesa del salario minimo”.

 

Intervista integrale sul Quotidiano Nazionale