“Solo i terroristi o i regimi canaglia dirottano gli aerei. Questo è un atto inaudito, di una gravità senza precedenti: si tratta di una flagrante violazione di numerose norme di diritto internazionale, dagli accordi sui voli nei cieli Europei all’abuso di misure di sicurezza alla detenzione arbitraria di un perseguitato che si trovava sul territorio UE (l’aereo Ryanair è territorio irlandese).

Sull’aereo viaggiavano uomini dei servizi segreti russi, che avevano fotografato e spiato Protasevich alla partenza, e che sono scesi a Minsk.

È un atto che merita una risposta durissima da parte del Consiglio europeo che si riunirà stasera a Bruxelles: lo spazio aereo sopra la Bielorussia deve essere dichiarato insicuro e quindi non sorvolabile, devono essere emesse sanzioni contro chiunque, bielorusso o russo, sia stato coinvolto in questa vicenda. Protasevich deve essere rilasciato immediatamente. Gli Stati europei devono mettere in atto misure per la protezione degli esuli bielorussi che hanno trovato rifugio in Europa.
Non è tempo di tentennamenti o di mezze misure. A un atto ostile così grave si risponde subito con tutta la durezza possibile”.
Così in una nota Lia Quartapelle, responsabile  Europa e Affari internazionali nella Segreteria del PD.