Imagoeconomica

“Ci sono dei paesi in cui qualcuno cerca di non pubblicare intercettazioni vere e paesi in cui le intercettazioni false vengono alla luce per questioni più disparate. E’ una vicenda che coinvolge la mia famiglia, il caso Consip: Tiziano Renzi ha tra i principali difetti di essere mio padre, se non lo fosse non sarebbe dentro questo piccolo grande caso”. Così il segretario del Pd, Matteo Renzi, è intervenuto a Ore Nove, l’appuntamento quotidiano con la rassegna stampa di ‘Pd Bob’. “Le vicende sono imbarazzanti perché trovo davvero difficile prendere atto di una situazione sorprendente.

 

Devo andare dai miei figli e dire che bisogna avere fiducia nella magistratura e che l’Arma dei Carabinieri è fatta da persone straordinarie e le forze dell’ordine di questo Paese hanno grandissime competenze”, ha aggiunto Renzi. “Vogliamo sapere se qualcuno ha deciso di fabbricare prove false contro pezzi delle istituzioni. Non è un problema legato alla mia famiglia, ma alle istituzioni”. Per questo, per Renzi, “chi sbaglia deve pagare e chi fabbrica prove false deve risponderne”.

 

“I messaggi acquisiti dalla procura di Roma confermerebbero le accuse di depistaggio e di costruzione di prove false, pur di arrivare all’obiettivo di arrestare Tiziano Renzi. Siamo di fronte a una vicenda gravissima, che non può limitarsi alla valutazione del comportamento di alcuni componenti del Noe”, dice il Vice presidente del Gruppo Pd al Senato Stefano Lepri che aggiunge: “Appena accertate le responsabilità operative, serve rispondere ad un’altra domanda: ci sono mandanti forti o è solo la colpevole megalomania di qualcuno? Si vada fino in fondo, piena fiducia alla Magistratura”.

 

“L’ipotesi di depistaggio ai danni dell’allora Presidente del Consiglio Matteo Renzi e della sua famiglia dovrebbe farci provare una giustificata indignazione. Si tratta di una vicenda inquietante e gravissima. Tutto il paese dovrebbe riflettere e persino scandalizzarsi”, ha commentato il senatore del Pd Francesco Scalia mentre Stefano Esposito ha affidato a twitter il proprio messaggio:

“Hanno depistato indagini Consip per arrestare innocente pur di colpire Renzi fatto gravissimo ed eversivo #verità”.

Renzi card Consip