“In queste ore sta circolando in rete un video – frutto di evidente manipolazione – nel quale si accusano, nel contempo, sia le autorità diplomatiche e consolari italiane in Svizzera che il Partito Democratico di pratiche scorrette nell’invio postale del materiale elettorale destinato agli elettori italiani”.

Lo dichiara Luciano Vecchi, responsabile per gli Italiani nel mondo del Partito Democratico.

“Tali accuse sono chiaramente infondate e, per quanto ci riguarda, ci riserviamo di agire con tutti gli strumenti previsti dalla legge nei confronti di chi crea fake news e alimenta artatamente la macchina del fango, per la giusta tutela dell’onorabilità del nostro partito e dei nostri candidati”, conclude Vecchi.