Ecco la “salvinata” del giorno: costruire una centrale nucleare in Lombardia. Ovviamente senza dire come, dove e soprattutto con quali costi economici e ambientali. Tutto questo mentre la Lega in tutta Italia sparge allarmismo infondato sulla costruzione del Deposito nazionale, che servirà a stoccare in sicurezza le scorie nucleari ereditate da un passato chiuso con i referendum. Lasciamo a Salvini le sparate e le ricette fuori dal tempo. Bene invece l’impegno del Governo nell’affrontare rapidamente il problema del costo dell’energia per le famiglie italiane, così come chiesto dal Pd“.

Così in un nota Chiara Braga, responsabile Transizione ecologica e Sostenibilità nella segreteria del Pd.