Ambiente

“Oggi è il World Wildlife la Giornata mondiale della Fauna Selvatica istituita dall’ONU e dedicata al sostegno e alla tutela di tutte le forme di vita sulla Terra, in particolare della flora e della fauna selvatica che oggi a forte rischio estinzione.
L’edizione 2021 ha come focus le foreste e i mezzi di sostentamento per le persone e per il pianeta “Forests and Livelihoods: Sustaining People and Planet”.

 

“Negli ultimi cinquant’anni abbiamo assistito, per causa principale dell’uomo, ad un lento e quasi inarrestabile declino della biodiversità, alla degradazione ecosistemica di territori immensi, nella sola Europa, l’81% degli habitat tutelati dall’omonima Direttiva si trova in uno stato di conservazione inadeguato e per di più l’Italia registra purtroppo 12 nuove specie a rischio estinzione.

Per questo rafforzare e implementare il sistema nazionale dei Parchi e della Aree Protette con investimenti finanziari adeguati, pensiamo ad esempio alla riscrittura in atto del PNRR, assieme alle tante eccellenze dell’economia dei parchi può segnare un cambio di paradigma importante e necessario nella ripartenza dell’Italia post-Covid19.

Nuovi e più semplici modelli di gestione delle nostre aree tutelate, cura del dissesto del territorio e dell’inquinamento delle acque e dell’aria, tutela della fauna e della flora, governo sostenibile degli ecosistemi sono strumenti cruciali nella lotta alla crisi climatica, capaci di garantire notevoli vantaggi economici, specie in zone marginali, e nuovi posti di lavoro”.

Lo affermano, congiuntamente, nella Giornata Mondiale della Fauna Selvatica dell’ONU l’On. Chiara Braga, deputata PD e responsabile nazionale ambiente e Massimo Caleo Responsabile nazionale Parchi e Aree Protette del Partito Democratico.