Sintesi dell’intervista di Giovanna Vitale su la Repubblica

 

“Dopo tre settimane di governo Meloni l’Italia si ritrova isolata in Europa con unici alleati Malta, Cipro e la Grecia. Un disastro di proporzioni inimmaginabili. Il rischio, ora, è di diventare totalmente ininfluenti e incapaci di difendere gli interessi nazionali”, Lia Quartapelle, responsabile Esteri del Pd, inizia così la sua intervista a la Repubblica e continua: “L’Italia è in pericolo, Draghi aveva portato il nostro Paese al tavolo delle grandi nazioni che guidano l’Europa, Meloni in pochi giorni ci ha reso ininfluenti agli occhi dell’Europa”.

“Per fortuna c’è Mattarella: l’unico a capire l’importanza strategica dei rapporti internazionali. Ora però è bene che il governo raffreddi i bollenti spiriti e si concentri sugli interessi nazionali. Quando un grande Paese chiude le porte al mondo se la può cavare, quando lo fa una media potenza come l’Italia si ritrova da sola”.

Quartapelle chiude: “E’ possibile ricucire questa frattura senza fare i furbi, senza aizzare i nazionalismi degli altri Paesi come è stato fatto con Marine Le Pen e dando priorità non tanto alle prove di forza per avere qualche punto in più nei sondaggi, ma a cosa è importante per il nostro futuro: riforma del patto di stabilità, politica energetica comune, solidarietà con l’Ucraina”.

 

Intervista integrale su la Repubblica.