“Le parole di Fest sono indegne. Gli insulti qualificano chi li pronuncia. A maggior ragione in questo caso.
Fest è Incompatibile con le istituzioni che è chiamato a rappresentare e onorare.”
Così in una nota Lia Quartapelle responsabile Affari internazionali e Europa nella Segreteria del PD.