Così il presidente della Regione Emilia-Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini ricorda oggi la strage di Marzabotto o eccidio di Monte Sole, un insieme di efferate stragi ad opera delle truppe naziste, compiute tra il 29 settembre e il 5 ottobre 1944, durante la Seconda Guerra Mondiale, nei comuni di Marzabotto in provincia di Bologna.

Fu uno dei più gravi crimini di guerra contro la popolazione civile, un crimine contro l’umanità.