Stanotte l’ultimo atto meschino di una campagna pericolosa contro il PD

“Le scritte oltraggiose e intimidatori apparse con un cappio questa notte davanti alla nostra sede provinciale sono purtroppo l’ultimo atto meschino di una campagna pericolosa che da tempo viene alimentata contro le donne e gli uomini del Partito Democratico”. Lo affermano in una nota i parlamentari bergamaschi del Pd, Elena Carnevali, Maurizio Martina e Antonio Misiani.

Continueremo con ancora più forza, passione e serietà a lavorare per tutto il nostro territorio

“Nessuno di noi si farà certo intimidire da questi violenti. Al contrario di quello che pensano continueremo invece con ancora più forza, passione e serietà a lavorare per tutto il nostro territorio e per la comunità bergamasca sapendo che gli autori di questa ennesima provocazione hanno già perso”.

 

“Solo i vigliacchi si mettono ad appendere di notte, senza testimoni, un cappio e uno striscione intimidatorio contro una sede di partito.

Nell’esprimere solidarietà a nome mio e di tutto il Partito democratico della Lombardia agli amici democratici di Bergamo per le minacce ricevute la scorsa notte, mi auguro che i vili che hanno compiuto la violenza siano presto identificati dagli inquirenti”. Così il segretario del Pd lombardo, Vinicio Peluffo, commenta le scritte intimidatorie contro la sede del Pd di Bergamo.

“A chi non sa fare le battaglie politiche a viso aperto, a chi usa la violenza voglio dire a gran voce che non abbiamo paura. Continueremo a stare tra la gente con le nostre idee e i nostri valori”, ha concluso Peluffo.