Il Partito Democratico,
ribadendo che:

• la difesa dei diritti umani in ogni luogo del mondo fa parte indissolubile della nostra identità politica e dei principi base della nostra visione del mondo

• primaria e irrinunciabile è la ricerca della verità sulla morte di Giulio Regeni,

• altrettanto improrogabile è la scarcerazione di Patrick Zaki

• l’Egitto non può sottrarsi alla responsabilità di accertare la verità giudiziaria sull’omicidio di Giulio Regeni e per questo serve un deciso cambio di passo nella collaborazione da parte delle autorità egiziane

• l’Italia ha sin dal primo momento subordinato ogni passo in avanti sul terreno politico diplomatico ad altrettanti passi fatti sul terreno della collaborazione giudiziaria per individuare e colpire i colpevoli.
• Purtroppo con il precedente governo non c’ è stato nessun passo in avanti

• la ricerca della verità è responsabilità di tutti gli attori che possono contribuire a fare luce sull’omicidio di Giulio Regeni, compreso il governo britannico

• imprescindibile è la ripresa immediata della collaborazione giudiziaria da parte dell’Egitto, implementando le rogatorie internazionali per dar corso agli interrogatori oltre ad ogni altro atto utile all’accertamento dei responsabili dell’omicidio di Giulio Regeni ed al loro possibile giudizio in un regolare processo a partire dall’incontro tra le procure che avverrà il prossimo 1 Luglio

• il rapporto con il Governo di Al Sisi rientra in un quadro più generale di relazioni con l’Egitto, Paese che gioca un ruolo di stabilizzazione del Mediterraneo Orientale, nel contrasto al terrorismo, nelle politiche migratorie ed energetiche

Noi non rinunceremo mai a qualsiasi atto utile alla consegna dei responsabili dell’omicidio di Giulio Regeni alla giustizia

– il rispetto dei diritti umani è valore fondativo dell’Unione Europea che deve considerare proprio obiettivo l’accertamento della verità sul caso Regeni

– impegna il Governo italiano ad attivarsi con la massima attenzione possibile, anche attraverso il coinvolgimento della UE, per ottenere immediatamente atti concreti per l’accertamento della verità sull’omicidio di Giulio Regeni e la consegna dei suoi responsabili alla giustizia

– impegna il PD a discutere con la maggioranza e il governo la possibile sospensione degli accordi di fornitura militare in assenza di risposte immediate e concrete sull’uccisione di Giulio Regeni.

Emanuele Fiano, Francesco Verducci, Anna Ascani, Nicola Oddati, Alessandro Alfieri, Debora Serracchiani, Maurizio Martina, Mapi Pizzolante, Giuditta Pini