Il senatore Francesco Giacobbe con una lettera indirizzata al Ministro degli Affari Esteri Di Maio ha voluto sottolineare il rischio, di una partecipazione non democratica, alle prossime elezioni per il rinnovo dei Comites in Australia.

“La crescente diffusione del Covid in Australia e, di conseguenza, anche le forti limitazioni agli spostamenti delle persone che i Governi statali prevedono di mantenere ancora a lungo non potranno nel modo più assoluto far svolgere in modo regolare, ed al contempo rispettoso delle più elementari garanzie democratiche, la consultazione elettorale per il rinnovo dei Comites” – scrive il senatore Francesco Giacobbe – “in Australia, negli Stati del Nuovo Galles del Sud e Victoria, le restrizioni da Covid attualmente non consentono alle persone di uscire di casa tranne che per impellenti ragioni, e che, nei casi più fortunati, prevedono spostamenti entro un raggio massimo di cinque chilometri al di fuori del proprio comune di residenza, di fare entrare a casa persone al di fuori del nucleo familiare, ed il coprifuoco dalle 21 di sera fino alle 5 della mattina” – continua Francesco Giacobbe -.

Stesso allarme è stato lanciato dalla riunione dei Presidenti dei Comites Australia riuniti lo scorso 28 agosto con un appello accorato affinchè si valuti la sospensione delle prossime elezioni

“L’esercizio della democrazia come Lei stesso saprà non può essere soddisfatto esclusivamente dall’agevolare passaggi formali elettorali ma la democrazia è partecipazione e la situazione attuale in Australia non permette una partecipazione ampia al voto, se vogliamo rendere queste elezioni ancora democratiche e partecipate si dovrebbe agire con l’immediata sospensione delle stesse (non sarebbe la prima volta)” – chiude il Senatore nella sua lettera -.