Aula Camera dei Deputati
Image licensed by Imagoeconomica

“L’approvazione nella commissione Esteri della Camera, in sede legislativa, del testo unificato relativo alla istituzione della Commissione parlamentare sugli italiani nel mondo rappresenta un concreto atto di assunzione di responsabilità verso le Comunità italiane nel Mondo.

A nessuno può sfuggire l’importanza della creazione di un organismo autorevole per la sua composizione e per la sua trasversalità politica. Esso potrà studiare il fenomeno emigratorio nella sua dimensione più profonda, monitorare i nuovi flussi di mobilità, interloquire con il governo sulle scelte in questo campo, focalizzare le politiche culturali e valutare quelle di promozione dell’internazionalizzazione nel quadro della proiezione globale del Sistema Paese.

Ci sarà un osservatorio diretto sulla comunità degli italiani nel mondo e una leva di sostegno delle azioni ad essa rivolte nell’interesse sia dei destinatari che del Paese, vitalmente interessato a trovare nella dimensione globale le condizioni della sua ripresa e del suo rilancio.

Ora toccherà al Senato fare la propria parte. Il PD, che è stato il primo gruppo a proporre questa soluzione istituzionale orma da tre legislature, farà interamente la sua parte anche nell’altro ramo del Parlamento, affinché questa legislatura sia quella della nascita della Bicamerale per gli italiani nel mondo.

Ringraziamo il Presidente della Commissione Esteri On. Piero Fassino per la convinzione e lo spirito unitario con cui ha consentito di raggiungere questo importante obiettivo”. Così in una dichiarazione congiunta Lia Quartapelle, Responsabile Europa, Affari internazionali e Cooperazione allo sviluppo PD, Angela Schirò, Francesca La Marca, Deputate PD, e Luciano Vecchi, Responsabile del PD Italiani nel Mondo.