De Micheli, siete diventati il partito di Bibbiano, dell’affido illecito dei minori in Val d’Enza?

«I 5Stelle e la Lega usano i bambini. Questa è una cosa terribile che va oltre ogni livello di decenza. A Bibbiano la magistratura deve fare il suo lavoro. Noi abbiamo chiesto rapidità e chiarezza”.

 

È un’accusa infamante quella che vi viene mossa e cioè di essere complici di quegli abusi poiché il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti è del PD.

«Sono sciacalli disperati. Il governo è fallito e utilizzano i bambini per nascondere il loro fallimento. Che ci siano famiglie che hanno gravi problemi è risaputo ed è giusto che i servizi sociali intervengano servizi sociali intervengano. Se a Bibbiano qualcuno ha commesso reati abominevoli come quelli contestati dovrà pagare pesantemente. Il PD non c’entra nulla con questa vicenda. Noi dem siamo promotori di norme per difendere i bambini dovunque e comunque in Italia».

 

Lei è emiliano-romagnola, di Piacenza, c’era qualche sospetto sul meccanismo degli affidi in Regione?

«Ho visto aumentare il disagio e quando ero assessore al Bilancio ho rifinanziato il fondo perché crescevano le violenze in alcune famiglie e quindi più forte era l’esigenza di salvare i bimbi dagli orchi in famiglia».

 

L’accusa che vi viene mossa su Bibbiano è che il PD è interessato a stare zitto.

«Noi dem ci costituiremo parte civile nel processo e il Sindaco, accusato di avere concesso senza bando, una stanza per la sede dell’associazione coinvolta – quindi niente che riguardi gli illeciti sui bambini – si è autosospeso dal PD».

 

Non vi sentite affatto complici?

«Respingiamo al mittente gli atti di sciacallaggio seriale sul web da parte di chi nella passata legislatura mai si è occupato delle questioni dei minori, mentre la Commissione Infanzia, presieduta da Sandra Zampa si prodigava».

 

Il ministro Guardasigilli Bonafede creerà una squadra speciale sugli affidi e vi chiama in causa sulla vicenda della comunità di Forteto. Come rispondete?

«Ora parla la mamma. Io voglio essere sicura che in Italia esista un sistema per cui se i bambini subiscono abusi siano protetti, li ministro Bonafede deve preoccuparsi di questo e non fare propaganda né abusare del suo ruolo accostando il mio partito alle vicende di Forteto, su cui la magistratura si è già espressa e ovviamente il PD non c’entrava nulla.

Denunceremo tutti, inclusi i giornali o chi approfitta del ruolo in Rai tra cui UnoMattina che ha consentito che Di Maio attaccasse senza contraddittorio».

 

Però ci sono accuse social e proteste a Bibbiano: avete un pezzo d’Italia contro?

«No. Gli italiani sono casomai smarriti da un governo che non decide nulla. Salvini ha paura di venire a parlare di Moscopoli in Parlamento. Quando arrivi ad attaccare un avversario politico utilizzando l’inchiesta sugli affidi illeciti di Bibbiano, allora vuol dire che sei disperato, terrorizzato e hai perso il lume della ragione».