In memoria di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

La Quarto Savona Quindici, l’auto di scorta di Giovanni Falcone -nella foto- è tornata a Palermo dopo 25 anni e dopo un lungo viaggio per l’Italia, da Peschiera del Garda a Locri. A riportare la macchina, conservata in una teca, è stata Tina Montinaro moglie di Antonio, il caposcorta di Falcone.

La #NaveDellaLegalità arriva a Palermo #PalermoChiamaItalia #23Maggio

“Si trascende nella retorica quando c’è qualcuno che vuole restare indifferente e dimenticare. Con quello che è successo stanotte a Manchester, dove ci sono 22 ragazzi tra cui bambini, andati in un posto di aggregazione ad ascoltare musica che è un linguaggio universale, penso che essere qua oggi non sia retorica”. Lo ho detto il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli arrivando all’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo per celebrare il 25º anniversario della strage di Capaci. “È un fatto gravissimo – ha detto il ministro -.

Il punto non è preoccuparsi. Il punto è contrastare ogni forma di violenza in questo caso terrorismo. E rendere tutti consapevoli che non dobbiamo arretrare sui punti di libertà e sicurezza”.

Al suo arrivo a Palermo, il ministro ha fatto osservare ai ragazzi scesi con lei dalla nave della legalità un minuto di silenzio in memoria delle vittime di Manchester.

 

*******

 

“La memoria è un presente che non finisce mai di passare” è di Octavio Paz poeta, saggista e diplomatico messicano, premio Nobel per la letteratura nel 1990.