Anna Rossomando
©Imagoeconomica

“Il ruolo del Parlamento è stabilire se sulla vicenda Gregoretti si sia rimasti nei confini che la Costituzione pone al potere politico, che non è e non può essere un potere assoluto, considerato che non abbiamo ancora conferito i pieni poteri al senatore Salvini e non lo hanno fatto neanche i suoi elettori.

Non è poi rilevante se ci fosse la condivisione collegiale del Governo. Tra l’altro l’ex ministro Salvini aveva avocato a se’, con il cosiddetto decreto sicurezza bis, ogni attribuzione e comunque questo non comporta un atto di preminente interesse pubblico.

Oggi il senatore Salvini ha parlato di tutto, molto poco del fatto in se’ e i fatti parlano di 131 persone su una nave militare italiana che è già territorio italiano, quindi la difesa dei confini rappresenta una fake news”.

L’ha detto la senatrice del PD Anna Rossomando durante la dichiarazione di voto sul caso Gregoretti.

“In ogni caso, una volta avvenuto lo sbarco, sarebbero seguiti tutti gli accertamenti necessari – ha continuato – Salvini evoca direttamente il popolo, noi parliamo al popolo dei cittadini, quei cittadini fiduciosi che le loro libertàpersonali inviolabili saranno sempre difese, rispettate e non violate da chi ha il potere politico”.