Andrea Romano parlamentare PD commenta: “L’arresto di Marra, le dimissioni della Muraro, le bugie sulle chat, le firme false di Palermo, le scene a bocca chiusa dei Grillini coinvolti di fronte ai magistrati, con Nuti che dice di essersene andato e invece è ancora al suo posto: sono alcune delle scene  dell’affresco che ritrae la vera “natura” grillina.

 

Nonostante ciò vengono pure a fare la morale. Il PD quando qualcosa non va interviene mentre i 5 stelle fanno finta di nulla o “manganellano” i giornalisti colpevoli solo di aver fatto il loro lavoro. Piuttosto Tofalo è ancora al  suo posto al Copasir dopo quello che ha ammesso di fronte ai giudici?”

 

“Non è accettabile che dal movimento 5 stelle vengano lezioni di moralità al Partito democratico. Restiamo ancora in attesa di conoscere la verità sulla vicenda delle firme false a Palermo.

 

“E vorremmo sapere perchè alcuni deputati come Nuti, Mannino e Vita, pur dichiarandosi autosospesi, facciano ancora parte del gruppo parlamentare pentastellato. Vorremmo capire il senso della parola ‘sospensione’. E ci piacerebbe anche sapere perchè Tofalo, un altro deputato, coinvolto in una scandalosa vicenda legata al traffico di armi con Libia e Siria, sia ancora al suo posto nel Copasir.

O vogliamo parlare di Roma e della giunta Raggi? Consiglio al M5S maggiore pudore: sulla moralità loro non sono un pulpito credibile”, dichiara il senatore del Pd Stefano Esposito.

 

La vice capogruppo Pd alla Camera Alessia Morani sottolinea“Non possono dare lezioni di moralità, per loro doppia morale è la regola. Grillo & co. sono gli ultimi titolati a dare lezioni di moralità a chiunque e in particolare al Pd.

Attendiamo ancora di capire perché alcuni artefici del pasticcio delle firmedi Palermo, i deputati Nuti, Mannino e Vita, facciano ancora parte del Gruppo M5s anche se da quelle parti sostengono che siano stati sospesi. O perché, un altro deputato, Tofalo, coinvolto in una scandalosa vicenda legata al traffico di armi con Libia e Siria, sia ancora al suo posto nel Copasir.

Per non parlare delle sempre oscure vicende romane”. “Ma ormai è evidente come per i M5s la doppia morale sia regola e come la vicenda di Stefano Graziano non abbia loro insegnato nulla”, conclude Morani.

 

Ernesto Carbone, parlamentare Pd aggiunge: “I 5 Stelle dalla morale a corrente alternata raccontino piuttosto com’è finita la vicenda delle firme false a Palermo. I fantomatici probiviri 5 Stelle non avevano sospeso i deputati Mannino, Di Vita e Nuti? Sarebbe il caso che spiegassero questa sospensione fantasma visto che tutti sono ancora saldamente attaccati alla loro poltrona: tutti e tre ancora iscritti al gruppo parlamentare M5s, la deputata Mannino è addirittura segretaria d’aula e Nuti siede indisturbato tra i componenti della commissione Antimafia.

Di Battista intendeva questo quando diceva “non faremo sconti a nessuno?”