“Non posso che condividere le parole e la richiesta di chiarimento venuta dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna.

Augurandoci che venga fatta piena luce su quanto accaduto, esprimiamo piena solidarietà a Giulia Pompili e alla redazione del Foglio per il comportamento inqualificabile tenuto da Yang Han, capo dell’Ufficio stampa della sede diplomatica cinese a Roma.

Nessuno può permettersi di mettere in discussione la libertà di stampa, caposaldo della nostra democrazia, e il diritto dei giornalisti a svolgere in piena autonomia il loro lavoro”. Lo afferma Marco Miccoli, coordinatore comunicazione del PD.

Yang Han si legge nel virgolettato del Foglio avrebbe più di una volta detto alla giornalista “La devi smettere di parlar male della Cina”.

Secondo quel che denuncia il quotidiano il funzionario cinese avrebbe anche intimato alla Pompili di non usare il telefonino, a un certo punto estratto dalla tasca.