“Ancora una volta l’Ad Salini rinvia il rinnovo dei vertici dell’informazione Rai, peraltro necessario alla luce anche della multa monstre comminata dall’Agcom per violazione degli obblighi del contratto di servizio in tema di pluralismo, trasparenza e imparzialità, dimostrando la sua incapacità di decidere.

 

Non se ne può più della paralisi del servizio pubblico e della palude nella quale Salini e l’attuale management della Rai tengono in ostaggio la piu’ grande azienda culturale del Paese. Si metta fine a questa agonia del servizio pubblico: ribadiamo che per quanto ci riguarda il tempo è finito e l’Ad Salini deve valutare se proseguire, a questo punto, con la sua esperienza in Rai cosi’ come se continuare a tenere ai vertici dell’informazione i protagonisti della peggiore stagione in termini di pluralismo e informazione degli ultimi anni”.

 

Così in una nota il vicecapogruppo del Pd alla Camera dei Deputati Michele Bordo.