“I dati relativi al primo trimestre del 2019 dell’Osservatorio di Pavia rappresentano un’occupazione schiacciante nei tempi dei Tg della Rai da parte di Conte, Di Maio e Salvini del 71,25% nelle edizioni serali, con il Pd e Zingaretti al 10,7% solo dopo Berlusconi al 14,5%. L’unica opposizione che sta lavorando per un’alternativa al governo della destra, il Pd che alle scorse elezioni politiche ha ottenuto una percentuale di voti superiore rispetto alla Lega di Salvini e alle recenti europee si è attestato come secondo partito staccando il M5S, viene trattato in maniera vergognosa nei Tg della Rai e penalizzato nei servizi.

 

Nelle edizioni serali dei Tg Rai Conte, Di Maio e Salvini al 71,25% , Pd e Zingaretti al 10,7% Berlusconi al 14,5%

 

Una vergogna per il servizio pubblico e un’umiliazione per tanti professionisti che ci lavorano e che sono costretti a sacrificare il pluralismo per seguire la voce del padrone o per un eccesso di zelo”.