“Non lasceremo nessuno da solo, nessuna famiglia, nessun Comune, nessuna frazione e mettiamoci al lavoro”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in una dichiarazione a Palazzo Chigi sul terremoto che ha colpito il centro Italia.

 

“Dico grazie a chi da subito da stanotte alle 3,37 si è mobilitato, i volontari, la Protezione civile, la macchina della solidarietà si è messa subito in modo.

Vorrei che a tutti e a ciascuno arrivasse il grazie di tutto il governo, di tutti gli italiani, a chi ha scavato a mani nude, a chi ha coordinato le prime fasi dell’emergenza che sono sempre le più difficili, a tutti quelli che strappando una persona dalle macerie hanno dimostrato quanto è grande il peso del volontariato e della Protezione Civile”.

Ha annunciato infine il premier: “Nel tardo pomeriggio sarò nelle zone colpite dal sisma”.

 

Il Partito democratico in questo momento di dolore esprime il suo profondo cordoglio alle popolazioni vittime del terremoto di questa notte.

In relazione a quanto avvenuto i vice segretari Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini, dopo aver sentito i rappresentanti delle istituzioni locali interessate dal sisma e i segretari regionali del PD, hanno deciso, in accordo con il segretario Matteo Renzi e il presidente Matteo Orfini, di avviare una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite.

 

Sarà possibile attivare donazioni tramite il seguente  Iban

IT 96 H 01030 0320000000 6365314 Bic: PASCITMMROM Causale PARTITO DEMOCRATICO RACCOLTA FONDI PER TERREMOTO – VIA S.ANDREA DELLE FRATTE 16. 00187 ROMA, oppure recandosi presso gli stand o i banchetti in allestimento presso le Feste dell’Unità su tutto il territorio nazionale dove sottoscrivere il versamento al suddetto Iban

 

lnoltre, i gruppi parlamentari PD di Camera, Senato e dell’Europarlamento, hanno avviato una raccolta fondi tra tutti i parlamentari dei democratici al fine di destinare ulteriori  risorse a sostegno delle popolazioni colpite.

Gruppi parlamentari PD Senato Camera ed Europarlamento avviano raccolta fondi.

*****

“È già pesante e triste il bilancio del terremoto di questa notte. Paesi devastati, morti e feriti.

In questo momento sono in azione i soccorritori della Protezione civile, dei vigili del fuoco, del 118, delle forze dell’ordine e delle forze armate a cui va il ringraziamento per il lavoro che stanno facendo insieme ai volontari che immediatamente hanno messo in campo tanta generosità.
La nostra vicinanza e solidarietà ai familiari delle vittime, ai sindaci, ai cittadini dei paesi colpiti dal sisma.
Ora pensiamo ai soccorsi e all’emergenza, dopo a ridare una casa a chi l’ha persa e alla ricostruzione”. Così Ettore Rosato su Facebook.

*****

“Sentiamo come nostro il dolore immenso delle famiglie delle vittime del violento terremoto che ha colpito numerosi comuni di Lazio, Umbria e Marche, cosi’ come siamo vicini ai sindaci e agli amministratori locali, impegnati insieme ai volontari della protezione civile e dei vigili del fuoco nelle operazioni di soccorso e di organizzazione degli aiuti. In queste ore ogni sforzo va concentrato nel salvare la vita di chi ancora e’ sotto le macerie”. E’ quanto dichiara il Presidente dell’ANCI Piero Fassino. “Alle amministrazioni che in queste ore manifestano disponibilità a contribuire ai soccorsi – sottolinea Fassino – raccomandiamo di prendere contatto con le strutture territoriali della Protezione Civile.

 

Le ANCI regionali di Toscana, Umbria, Marche e Lazio stanno già concordando con le Regioni e rispettive Protezioni Civili le azioni utili ai soccorsi. Siamo in continuo contatto con il ministro Delrio e il capo dipartimento della Protezione civile Curcio. Da stamattina e’ attiva presso ANCI una linea di comunicazione diretta a cui ci si puo’ rivolgere per segnalare ogni criticità ed esigenza, scrivendo a protezionecivile@anci.it, oppure contattando i numeri 06.68009329 o 3463138116”.

****

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dichiarato:  “E’ un momento di dolore e di appello alla comune responsabilita’; tutto il paese deve stringersi con solidarieta’ attorno alle popolazioni colpite. Queste le parole del presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, come si legge in un comunicato stampa del Quirinale.

 

“Il mio primo pensiero va alle tante vittime di questo devastante sisma che ha colpito una parte cosi’ ampia di territorio nazionale.Voglio ringraziare le autorità locali, la protezione civile, i vigili del fuoco, le forze di polizia, le forze armate, i volontari, per l’impegno e la dedizione nell’opera di soccorso”, ha dichiarato il presidente Mattarella. Il capo dello Stato ha sottolineato come nell’immediato occorra impegnare tutte le forze per salvare vite umane, curare i feriti e assicurare le migliori condizioni agli sfollati. “Sara’ subito dopo necessario un rapido sforzo corale per garantire la ricostruzione dei centri distrutti, la ripresa delle attività produttive e il recupero della normalità di vita”.

 

 

 

— Debora Serracchiani (@serracchiani) August 24, 2016