Iniziative a Belluno, Torino, Crema e Milano su montagna e aree interne, sport e giovani, mobilità, periferie.

La partecipazione non va in vacanza e, anche nel mese di agosto, prosegue la fase di rodaggio del percorso delle pre-Agorà democratiche che culminerà il primo settembre con il lancio definitivo della piattaforma digitale www.agorademocratiche.it. In agenda, nella seconda parte del mese, gli appuntamenti di Belluno domenica 22 agosto dedicato a montagne e aree interne, di Crema venerdì 27 agosto dedicato alla mobilità, di Milano domenica 29 agosto dedicato alle periferie e di Torino lunedì 30 agosto dedicato a sport e giovani. È possibile pre-iscriversi sulla piattaforma: https://decidim.agorademocratiche.it/meetings. Quella delle Agorà democratiche è un’iniziativa voluta dal Segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, per mettere la partecipazione al centro dell’attività politica dei prossimi mesi. Un esempio di democrazia partecipativa a cui, dal 1° settembre, sarà possibile prendere parte sia online che in presenza.

“Abbiamo ricevuto tante richieste. C’è voglia di impegnarsi e partecipare, le pre-Agorà sono uno straordinario strumento per rodare la formula di democrazia partecipativa e seminare il terreno per l’autunno. Sono colpito soprattutto dalle tante sollecitazioni che arrivano dal nord, da territori in cui in questi anni abbiamo fatto fatica a coinvolgere la società civile e a trasmettere l’immagine di un partito aperto e accogliente. Adesso tutti insieme dobbiamo lavorare per un centrosinistra largo, inclusivo, capace di dare risposte alle persone sulle questioni più urgenti. E, prima ancora, di ascoltarle” dichiara Enrico Letta.

COME FUNZIONANO LE AGORÀ.

Chi si riconosce nello schieramento di centrosinistra, sottoscrivendo la Carta dei valori delle Agorà e versando almeno un euro, diventa “cittadino delle Agorà” e può quindi proporre l’avvio di un’Agorà così come scegliere di partecipare agli eventi fisici e virtuali e alle discussioni già presenti sulla piattaforma. Durante un’Agorà, ogni partecipante potrà intervenire e presentare la sua proposta. Gli organizzatori delle singole Agorà avranno poi il compito di caricare sulla piattaforma una sintesi dello svolgimento e le proposte emerse per aprirle alla discussione dei cittadini.

Due i filoni che racchiuderanno tutte le Agorà: “La democrazia che vogliamo”, focalizzata sulle riforme e sulla vita politica con sotto aree su Europa, prossimità, innovazione sociale e tecnologica, riforme istituzionali, forma partito e nuovo centrosinistra e “l’Italia che vogliamo”, articolata a partire dalle missioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza per racchiudere le Agorà su economia e lavoro, sostenibilità, infrastrutture, diritti e integrazione, giustizia legalità e sicurezza, salute, istruzione, cultura e sport.

Le Agorà potranno essere a base nazionale e territoriale e più Agorà potranno dibattere gli stessi temi dando agli iscritti alla piattaforma la possibilità di metterne a confronto le proposte.

Le Agorà democratiche sono presenti anche sui social network: FacebookTwitterYoutubeInstagram e nelle prossime settimane su Linkedin.