Nicola Zingaretti
©Imagoeconomica

“Le drammatiche previsioni dell’Ocse sono un macigno su questo governo. Stanno portando il Paese in una recessione drammatica che pagheranno tutti gli italiani.

 

Ora smettano di perdere tempo con pistole e selfie e inizino a governare e a dare lavoro e sviluppo all’Italia”. Così il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, commenta su Twitter le previsioni diffuse oggi dall’OCSE che attestano il Pil dell’Italia allo -0,2 nel 2019.

 

In mattinata Zingaretti, presentando all’Università di Roma “La Sapienza” il pacchetto di misure regionali sul lavoro per il biennio 2019/2020, ha commentato i dati economici non confortanti che continuano ad arrivare sulla situazione del nostro Paese:

“Purtroppo l’Italia è in recessione, il Paese si sta avviando verso una fase drammatica che il governo sembra non vedere”.

 

“Noi oggi – ha spiegato Zingaretti – siamo in una università a parlare dell’unica cosa importante in questo momento in questo Paese, che è la necessità e l’urgenza di creare lavoro e riaccendere l’economia nel Mezzogiorno, nel Centro e nel Sud Italia. Le ricette in campo – ha concluso – non sono sbagliate solamente, è che non ci sono proprio e questoè molto grave”.

“Su materie come queste – ha concluso – bisogna avere il protagonismo delle forze sindacali e il coraggio dell’ascolto e queste cose non si fanno con i tweet, credo nella forza nel confronto”.