Ricominciare a 50 anni non è facile, ma la storia di Manuela Bignami potrà farci cambiare idea. Manuela è stata licenziata dall’azienda dove lavorava come segretaria da sedici anni. Fare quell’ultimo scatolone non solo le è costato la perdita di stabilità economica, ma è stato un colpo molto duro per una donna come lei che ha sempre lavorato per avere la propria indipendenza.

Potendo contare solo su stessa, Manuela ha trovato la forza di reagire, prestando il suo tempo e la sua professionalità ad un’associazione di volontariato che si occupa di tumore ovarico a Bologna e tornando a studiare di sera per ampliare le sue competenze. Una dedizione ripagata nel 2016 con l’assunzione a tempo determinato, grazie al Jobs Act, che le ha permesso di riconquistare la sicurezza di guardare ancora avanti.