Mistrulli Imagoeconomica / Imagoeconomica
Mistrulli Imagoeconomica / Imagoeconomica

“Grazie ai governi Renzi e Gentiloni è stato rispettato un impegno preciso con i sindaci italiani. Ora arrivano risorse rilevanti per la riqualificazione urbana: un’azione rilevante anche sul piano della sicurezza e delle politiche sociali nelle zone più degradate delle nostre città. Oggi si chiude un percorso importante”.

 

Lo dice il responsabile enti locali Pd Matteo Ricci, con riferimento al via libera del Consiglio dei ministri alla seconda tranche di finanziamento del bando periferie. Ottocento milioni dal Fondo Investimenti che “rientrano nei due miliardi e 100 milioni complessivi” e che “consentiranno di finanziare tutti i 120 progetti presentati dai Comuni e dalle Città metropolitane“.

 

Ricci osserva che “oltre a conferire un nuovo disegno urbanistico alle zone più disagiate, si avvieranno importanti investimenti che avranno ricadute significative anche a livello economico”.

 

Lavori che si aggiungono “ai fondi su edilizia scolastica e dissesto idrogeologico, oltre agli investimenti degli enti locali rimessi in moto dopo lo sblocco del patto di stabilità nel 2016”.

 

Nel complesso, evidenzia, “sono circa sette miliardi di euro liberati per i territori su strade, scuole, riqualificazione urbana. Un’azione fortemente espansiva per sostenere la crescita, all’insegna della continuità”.

 

Sul bando periferie, nello specifico, “bene anche il coinvolgimento e il supporto di Cassa Depositi e Prestiti, che metterà a disposizione un fondo ad hoc per le spese di progettazione degli interventi di riqualificazione destinato agli enti interessati”.

 

Periferie, Antonio Decaro, presidente dell’Anci e sindaco di Bari: “Impegno mantenuto ora nuovo volto a Bari con l’aiuto del Governo e CDP”

 

Bando Periferie, Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà : “Impegno mantenuto, grande investimento che cambierà il volto delle città”.